You are here

aggregatore notizie RSS

Dl Genova, Lega: emendamento contro sanatoria Ischia, sicuri M5S lo appoggerà

Il Sole 24 Ore.com Prima Pagina - Ven, 19/10/2018 - 11:54
Si profila un nuovo scontro, dopo quello che ha caratterizzato e caratterizza il decreto fiscale nella parte relativa al condono. Questa volta il tema sono gli abusi edilizi a Ischia....
Categorie: Informazione

<p><strong>IL FICO NON E&rsquo; SECCO - IL PRESIDENTE DELLA CAMERA E&rsquo; L&rsquo;UNICA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO: &ldquo;SE RIMANDE IL CONDONO, MI SEMBRA OVVIO CHE CI SIA UN PROBLEMA. NOI NON SIAMO UGUALI ALLA LEGA - SALVINI VUOLE PARLARE CON ME?...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:51
ROBERTO FICO SANTO SUBITO 1 - FICO, PROBLEMA SE RIMANE CONDONO. NOI NON UGUALI LEGA (ANSA) - "Se rimane il condono, mi sembra ovvio che ci sia un problema". Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, parlando con i giornalisti a margine di un convegno sulla sanità a Napoli. "Si agisce all'interno di un filo rosso che è quello del contratto - ha proseguito Fico - perchè se f...
Categorie: Informazione

<p>ATTO DI FEDEZ &ndash; IL RAPPER CONTRO &laquo;STRISCIA&raquo; PER LA BATTUTA DOPO L&rsquo;OPERAZIONE AL FIGLIO MA FA AUTOCRITICA SUL RACCONTO SOCIAL DELLA PROPRIA VITA: &ldquo;NOI SIAMO FIGLI DELLA NOSTRA GENERAZIONE E COMUNICHIAMO IN UN CERTO TIPO...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:44
https://www.gazzettadiparma.it/video/social-web-world-/545955/ironia-sul-figlio-fedez-attacca-striscia-poi-fa-autocritica-video.html   Maria Volpe per il Corriere della Sera   ferragni fedez Arrivano i figli e cambia la vita. Frase da incidere sulla pietra che in molti hanno sperimentato. E ora a sperimentarlo sono anche loro, la coppia più social del Pianeta: Fedez e Chiara F...
Categorie: Informazione

<div>...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:38
  Simone Canettieri per il Messaggero   «Se allora rivediamo il decreto fiscale, possiamo magari fare altrettanto con il reddito di cittadinanza, no?». Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera, si accende il mezzo toscano e si lascia sfuggire questa battuta con i deputati che lo circondano nel cortile di Montecitorio. La guerra di nervi con il M5S passa anche da qui. S...
Categorie: Informazione

<p><strong>E&#39; STATA ARRESTATA GIULIA LIGRESTI, FIGLIA DELL&#39;IMPRENDITORE SALVATORE LIGRESTI, COME CONSEGUENZA DEL PATTEGGIAMENTO A 2 ANNI E 8 MESI DI RECLUSIONE CONCORDATO A TORINO NEL 2013 NELL&#39;AMBITO DELL&#39;INCHIESTA FONSAI</strong> - ...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:29
GIULIA LIGRESTI ALLA MENSA DEI POVERI (ANSA) - E' stata arrestata Giulia Ligresti, figlia dell'imprenditore Salvatore Ligresti, come conseguenza del patteggiamento a 2 anni e 8 mesi di reclusione concordato a Torino nel 2013 nell'ambito dell'inchiesta Fonsai. Il tribunale di sorveglianza del capoluogo piemontese ha respinto la richiesta di scontare il residuo della pena svolgendo dei lav...
Categorie: Informazione

<p><strong>LA DESTRA TEDESCA DI &ldquo;ALTERNATIVE FUR DEUTSCHLAND&rdquo; VUOLE SALVINI PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE - L&#39;EUROPARLAMENTARE E NUMERO TRE DELL&#39;AFD, JOERG MEUTHEN: &ldquo;UNA SUA CANDIDATURA LA CONSIDERO AUSPICABILE. E&#39;...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:26
JOERG MEUTHEN (ANSA) - L'europarlamentare dell'Afd, Joerg Meuthen, accoglie con favore l'ipotesi di una candidatura del ministro dell'interno Matteo Salvini, per il ruolo di presidente della Commissione europea. "Una candidatura di Matteo Salvini per la prossima presidenza della Commissione la considero auspicabile" ha detto il numero tre di Alternative fuer Deutschland, Meuthen, a quanto...
Categorie: Informazione

Le 24 ore da incubo di Conte  

Adnkronos - Politica - Ven, 19/10/2018 - 11:20
 
Categorie: Agenzie

<p><strong>TRUCE SUL DUCE - GIORDANO BRUNO GUERRI BACCHETTA ALESSANDRA MUSSOLINI: &ldquo;MI SEMBRA BRUTTO</strong> <strong>APPELLARSI A UNA LEGGE CHE PROTEGGE LA MEMORIA DEI DEFUNTI PER DIFENDERE QUELLA DI UN UOMO CHE NON &Egrave; UN SEMPLICE DEFUNTO....

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:20
Giordano Bruno Guerri  per “il Giornale”   giordano bruno guerri Non so cosa abbia spinto Alessandra Mussolini a decidere di querelare chiunque offenda la memoria di suo nonno Benito, «esclusi gli storici, naturalmente». I più maligni sostengono che Alessandra parlamentare europea in questo periodo è carente di visibilità: poca televisione, poche interviste, nessun intervento che po...
Categorie: Informazione

<p>POLVERE DI 5STELLE - &Egrave; ALLARME TRA I BIG GRILLINI, TERRORIZZATI DALL&rsquo;EVENTUALE SCARSA AFFLUENZA ALLA MANIFESTAZIONE DI DOMANI AL CIRCO MASSIMO &ndash; PER LA PRIMA VOLTA INSIEME SUL PALCO I DUE GIUSEPPE: GRILLO E CONTE - DUE GIORNI PER...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:11
1 – I 5STELLE AL CIRCO MASSIMO LA FESTA È CON SPAZI RIDOTTI Stefania Piras per “il Messaggero” DI MAIO 2   Quattro anni fa il Circo Massimo fu affittato tutto, in lungo e in largo e il blog di Grillo esultò: «500 mila persone, secondo la questura 150 mila». In tutti e due i casi sono meno di quelle che ci si aspettano sabato e domenica a Roma per Italia 5 stelle. E infatti l' are...
Categorie: Informazione

Paragone (M5S) attacca Giorgetti: «Uomo del sistema, se si fida Salvini...»

Corriere.it - Politica - Ven, 19/10/2018 - 11:09
Il deputato Cinque Stelle attacca il sottosegretario alla presidenza dopo il caso del decreto fiscale. «Rappresenta benissimo il Palazzo»
Categorie: Informazione

<p>BINARIO, PORTAMI VIA - ECCO&nbsp;DIECI FERROVIE STORICHE&nbsp;CHE ATTRAVERSANO PAESAGGI INCANTEVOLI E FUORI DAL COMUNE: IL GLACIER EXPRESS, IL TRENO PI&Ugrave; LENTO DEL MONDO OFFRE SCORCI MERAVIGLIOSI SULLE MONTAGNE SVIZZERE. AD HANOI UN TRENO...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 11:05
  Da "www.tgcom24.mediaset.it"   glacier express 1 Il treno un tempo era considerato un modo di viaggiare veloce e sicuro. Oggi la sicurezza resta, ma questo mezzo di trasporto offre molti spunti cari ai sostenitori del viaggio in lentezza. Di sicuro propone esperienze e punti di vista inconsueti, molto apprezzati dai viaggiatori più attenti e poco frettolosi. Ecco allora die...
Categorie: Informazione

Petrenko e Kopatchinskaja, incanto a Lugano

Il Sole 24 Ore.com Prima Pagina - Ven, 19/10/2018 - 11:00
In programma il Concerto per violino di Schönberg e la Sinfonia n. 2 in re magg. op. 73 di Brahms. Accanto al direttore, l’istrionica e passionale virtuosa del violino ...
Categorie: Informazione

Il Punto

Lavoce.info - Ven, 19/10/2018 - 11:00

Proprio mentre vara una legge di bilancio imperniata su un nuovo strumento di welfare come il reddito di cittadinanza, il governo ritira fuori la “vecchia” cassa integrazione per i dipendenti delle imprese che chiudono. Un bisticcio logico con l’unico fine di trovare un altro terreno di scontro con la Commissione Ue. La quale fa arrivare una severa lettera di biasimo sui contenuti del documento programmatico di bilancio giunto a Bruxelles. Che è vago sui contenuti delle misure più importanti, non replica alla bocciatura dei conti da parte dell’Ufficio parlamentare di bilancio e si finanzia in deficit e alzando le tasse sulle imprese. Inutile meravigliarsi che lo spread sia tornato a crescere per l’Italia e non per gli altri paesi periferici dell’Eurozona.
Parte della manovra è anche il condono fiscale su cui la maggioranza continua a litigare. Assomiglia ai precedenti perché causa iniquità verso chi paga le tasse e le multe e suggerisce a chi può permettersi di non pagarle di continuare a non farlo. Stavolta aumentando solo di poco il gettito fiscale.
Nel disegno di legge presentato in estate (ad alto rischio di incostituzionalità) si puniscono le alte, dunque “ingiuste”, pensioni d’oro. Ma poi con “quota 100” il governo torna a premiare l’anzianità a dispetto dei contributi versati. E intanto ragiona su contributi di solidarietà e deindicizzazione per aggiustare i conti.
Tutti gli ultimi governi hanno promesso un aumento della spesa per gli investimenti pubblici a sostegno della crescita. Anche l’attuale. Ma si tratta di esercizi di illusione finanziaria più che di previsioni realistiche.

Un commento di Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, all’articolo “Per sempre ultime: scuole condannate dalle classifiche” di Giovanni Abbiati e Marco Romito

The post Il Punto appeared first on Lavoce.info.

Categorie: Informazione

Il Punto

Lavoce.info - Ven, 19/10/2018 - 11:00

Proprio mentre vara una legge di bilancio imperniata su un nuovo strumento di welfare come il reddito di cittadinanza, il governo ritira fuori la “vecchia” cassa integrazione per i dipendenti delle imprese che chiudono. Un bisticcio logico con l’unico fine di trovare un altro terreno di scontro con la Commissione Ue. La quale fa arrivare una severa lettera di biasimo sui contenuti del documento programmatico di bilancio giunto a Bruxelles. Che è vago sui contenuti delle misure più importanti, non replica alla bocciatura dei conti da parte dell’Ufficio parlamentare di bilancio e si finanzia in deficit e alzando le tasse sulle imprese. Inutile meravigliarsi che lo spread sia tornato a crescere per l’Italia e non per gli altri paesi periferici dell’Eurozona.
Parte della manovra è anche il condono fiscale su cui la maggioranza continua a litigare. Assomiglia ai precedenti perché causa iniquità verso chi paga le tasse e le multe e suggerisce a chi può permettersi di non pagarle di continuare a non farlo. Stavolta aumentando solo di poco il gettito fiscale.
Nel disegno di legge presentato in estate (ad alto rischio di incostituzionalità) si puniscono le alte, dunque “ingiuste”, pensioni d’oro. Ma poi con “quota 100” il governo torna a premiare l’anzianità a dispetto dei contributi versati. E intanto ragiona su contributi di solidarietà e deindicizzazione per aggiustare i conti.
Tutti gli ultimi governi hanno promesso un aumento della spesa per gli investimenti pubblici a sostegno della crescita. Anche l’attuale. Ma si tratta di esercizi di illusione finanziaria più che di previsioni realistiche.

Un commento di Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, all’articolo “Per sempre ultime: scuole condannate dalle classifiche” di Giovanni Abbiati e Marco Romito

The post Il Punto appeared first on Lavoce.info.

Categorie: Informazione

Se la cassa integrazione è usata contro l’integrazione europea

Lavoce.info - Ven, 19/10/2018 - 10:59

Il ritorno all’abuso della cassa integrazione anche nei casi di chiusura dell’azienda è incoerente con la logica del reddito di cittadinanza. Si spiega solo come un messaggio politico di drastica inversione rispetto al percorso concordato tra Italia e UE.

L’incongruenza tra Cig in deroga e “reddito di cittadinanza”

Se c’è una possibilità di trovare i soldi per far partire qualche cosa che assomigli al progetto di “reddito di cittadinanza”, è che esso assorba ogni altra forma di assistenza: questo, del resto, hanno sempre predicato tutti i grandi teorici del “reddito di base” universale, da James Meade a Philip Van Parijs. Ora, invece, il governo M5s-Lega per un verso non accenna neppure a tagliare qualche fronda nella giungla delle forme di assistenza già in atto (non una parola sul loro assorbimento nel nuovo sussidio), ma addirittura ne riesuma una che negli anni recenti era stata soppressa: la cassa integrazione guadagni per i dipendenti delle imprese che chiudono.

Lo sta facendo con un decreto-legge intitolato alla “semplificazione”, col quale – secondo le scarne informazioni che si traggono dalle notizie di stampa – tra le altre misure, si consente non solo la proroga della Cig per il 2018 e il 2019 nelle aziende con più di cento dipendenti con problemi occupazionali, ma anche il suo intervento in quelle la cui attività è cessata, che era stato fortemente limitato dalla legge Fornero n. 92/2012 e poi drasticamente escluso dal decreto legislativo n. 148/2015. E tutto questo anche “in deroga”, cioè anche in imprese escluse dal campo di applicazione della Cig, quindi senza copertura contributiva, o comunque al di là dei limiti fissati dalla legge. Che cosa la misura abbia a che fare con la “semplificazione” non è chiaro; ma ancor meno chiaro è come si concili con il programma contenuto nel “contratto” fondativo della coalizione M5s-Lega, e in particolare con il progetto del “reddito di cittadinanza”.

La Cig è lo strumento destinato a tenere i lavoratori legati all’impresa nei casi di crisi temporanea, dissuadendoli dal cercar lavoro altrove, per evitare la dispersione delle loro professionalità. Quando invece non c’è alcuna possibilità che l’azienda riapra i battenti, attivare la Cig è evidentemente un non senso. Peggio: significa tirare i lavoratori stessi in un vicolo cieco, intrappolandoli nella loro posizione di disoccupati, perché si finge che il loro rapporto di lavoro esista ancora e li si disincentiva dal cercare una nuova occupazione regolare. Se il ministro credesse davvero nel progetto del “reddito di cittadinanza”, logica vorrebbe che dicesse ai lavoratori delle aziende che chiudono: “non temete, se non basterà il trattamento di disoccupazione, scatterà per voi il reddito di cittadinanza”. Sta di fatto, comunque, che il ritorno all’abuso di questo ammortizzatore sociale nelle imprese che chiudono significa non volersi cimentare col problema vero, quello della transizione dal vecchio lavoro che non c’è più a uno nuovo.

Una provocazione nei confronti dei nostri interlocutori europei

Nei decenni passati questo modo sbagliato di utilizzare la Cig era una sorta di complemento del regime di job property di fatto instaurato con l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori nelle imprese di dimensioni medio-grandi: al lavoratore che perdeva il lavoro a causa di una crisi aziendale irreversibile si offriva l’illusione che il rapporto di lavoro restasse in vita (l’intervento della Cig consentiva infatti di evitare i licenziamenti), con la prospettiva di rimanere per anni e anni aggrappati al sussidio, fino al cosiddetto “scivolo” verso il pensionamento di anzianità a 55 o 56 anni. Si ricordano casi funesti di Cig erogata per 10, 15 e persino 20 anni di fila. Nel 2012 per la sola Cig “in deroga”, quindi senza alcuna copertura contributiva, l’Inps ha speso poco meno di 700 milioni, dei quali 56,3 in aziende nelle quali l’intervento era in atto da 5 o da 6 anni, 27,5 in aziende nelle quali durava da più di 7 anni fino a 10, e 5,1 in aziende nelle quali l’erogazione era in corso da più di 10 anni (fonte: Inps, giugno 2013).

Perché, dunque, il governo M5s-Lega è così determinato nella scelta di ripristinare l’abuso della Cig? Probabilmente perché la misura – insieme al ritorno indietro rispetto alla riforma pensionistica del 2011 – assume una valenza politica molto forte di rottura del delicato equilibrio negoziato e coltivato dai governi italiani degli ultimi sette anni con la Commissione UE.

Quando, nel novembre 2011, Mario Monti assunse la carica di presidente del Consiglio, uno dei suoi primi atti fu di incontrare il capo del governo ted

The post Se la cassa integrazione è usata contro l’integrazione europea appeared first on Lavoce.info.

Categorie: Informazione

<p><strong>QUANDO DICONO CHE SIAMO &ldquo;COME LA GRECIA&rdquo; NON HANNO TUTTI I TORTI - LO SPREAD TRA I NOSTRI TITOLI E QUELLI DI ATENE E&rsquo; SOTTO I 70 PUNTI BASE: MAI COS&Igrave; BASSO DAL 2009 - SALE, INTANTO, IL DIFFERENZIALE FRA I TITOLI...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 10:53
(ANSA) - L'intensificarsi della pressione sui Btp non fa volare solo lo spread Italia-Germania, ma continua a ridurre lo spread della Grecia rispetto all'Italia, sceso stamani sotto i 70 punti base, un livello che non si vedeva dal 2009. Sale, intanto, il differenziale fra i titoli italiani e quelli spagnoli, a un passo da quota 200, massimo storico.
Categorie: Informazione

<p>LA A-MARA VERITA&rsquo; DI JERRY CALA&#39; &ndash; &quot;NON E&rsquo; VERO CHE LA VENIER MI BECCO&rsquo; IL GIORNO DEL MIO MATRIMONIO MENTRE AMOREGGIAVO IN BAGNO CON UN&rsquo;ALTRA DONNA. CI STAVO SOLO PARLANDO. INVOCO LA VAR&rdquo; - NON FACCIO PIU...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 10:50
    Da I Lunatici Radio2  https://www.raiplayradio.it/programmi/ilunatici   Jerry Calà è intervenuto ai microfoni diRai Radio2nel corso del format "I Lunatici", condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta ogni notte dall'1.30 alle 6.00 del mattino. mara venier jerry cala   Jerry Calà ha parlato del suo rapporto con la notte: "E' un rapporto erotico, m...
Categorie: Informazione

Hsbc prossima alla quotazione in Cina: è la prima società straniera

Il Sole 24 Ore.com Prima Pagina - Ven, 19/10/2018 - 10:45
La maggiore banca europea ha confermato stamani di essere prossima alla quotazione alla Borsa di Shanghai...
Categorie: Informazione

A Sassari 100 multe nel 2018 per i pedoni distratti dallo smartphone

Il Sole 24 Ore.com Prima Pagina - Ven, 19/10/2018 - 10:43
Multe per i pedoni distratti dallo smartphone. Succede a Sassari dove il Comune e la polizia locale hanno deciso di avviare una campagna di sicurezza stradale con controlli che...
Categorie: Informazione

<p>&ldquo;NISTRI VUOLE PUNIRE TUTTI COLORO CHE HANNO PARLATO&rdquo; &ndash; ILARIA CUCCHI ATTACCA IL COMANDANTE GENERALE DEI CARABINIERI DOPO AVERLO INCONTRATO INSIEME ALLA MINISTRA TRENTA: &ldquo;DA LUI MI SAREI ASPETTATA NON DICO DELLE SCUSE, MA...

Dagospia - Ven, 19/10/2018 - 10:42
Michela Allegri e Valentina Errante per “il Messaggero”   GIOVANNI NISTRI ELISABETTA TRENTA ILARIA CUCCHI È durissima Ilaria Cucchi. A 24 ore dall' incontro con la ministra della Difesa Elisabetta Trenta e con il comandante generale dei carabinieri, Giovanni Nistri, la sorella di Stefano rompe il silenzio in una conferenza stampa già programmata. E attacca: «Il generale Nistri vuole...
Categorie: Informazione

Pagine

Subscribe to Associazione Radicali Friulani aggregatore