You are here

Biogas, i rilievi Arpa finiscono in Procura

Data: 
Giovedì, 17 December, 2015
Testo: 

Santarossa (radicali): segno che ci sono irregolarità. Ma il sindaco non si sbottona

SAN QURINO - «Il caso legato all'impianto a biogas di San Foca ora diventerà nazionale». Questa la previsione di Stefano Santarossa, leader dei Radicali sanquirinesi, dopo aver ricevuto la risposta che attendeva. «Ho appena saputo - spiega infatti Santarossa - che dopo dopo aver costretto il Comune a chiedere all’Arpa dell'Emilia Romagna di effettuare i rilievi, i dati raccolti dalle analisi dei fumi provenienti dall'impianto a biogas di San Foca sono stati trasmessi in Procura. Dunque avrebbero ravvisato valori da approfondire in altre sedi. Ecco a cosa servono i radicali». Usa il condizionale, Santarossa, ma le sue dichiarazioni sono quelle di chi ha raggiunto il suo scopo. «Normalmente - afferma - i dati che non contengono elementi sospetti vengono immediatamente trasmessi al Comune. Il caso, insomma, sarebbe già chiuso. Il passaggio in Procura, invece, ravviva l'ipotesi concernente qualche irregolarità nei rilevamenti effettuati». Nel dettaglio, è stato il sindaco Corrado Della Mattia a comunicare l'arrivo dei dati in Procura a Stefano Santarossa. «Gli esiti - si legge nel documento ufficiale - sono stati depositati al Tribunale di Pordenone il 13 novembre». Abbottonato è però il commento di Corrado Della Mattia. «Santarossa - dice laconico - si assuma la responsabilità dei suoi commenti. I dati sono a disposizione della Procura di Pordenone e il Comune li verificherà». In sostanza il primo cittadino non ha né confermato, né smentito la possibilità che le rilevazioni effettuate dall'Arpa emiliana possano contenere eventuali irregolarità nelle emissioni provenienti dall'impianto gestito dalla Sito Energy. Una storia di tensioni, quella che accompagna l'impianto a Biogas di San Foca. Sull'argomento è nato anche un comitato che lotta contro la struttura, mentre nell'aprile del 2015 fu l'azienda a presentare un ricorso al Tar contro il Comune, reo, a detta dei legali della Sito Energy, di aver modificato unilaterlalmente l'organismo consultivo di controllo e monitoraggio.

Autore: 
Marco Agrusti
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva