You are here

Comuni, sondaggio online sulla fusione con Vivaro

Data: 
Mercoledì, 4 February, 2015
Testo: 

SAN QUIRINO - Un sondaggio online, da indire direttamente nella pagina del sito comunale. Sì o no alla fusione con Vivaro, la parola ai cittadini. E' questa l'idea lanciata da Stefano Santarossa, radicale di "San Quirino Cambia", e a quanto sembra accolta positivamente dal sindaco, Corrado Della Mattia.
Da una prima chiaccherata, quindi, l'argomento fusione ha già fatto progressi. La politica locale ne parla e una riunione in scena lunedì sera ha raccolto le prime impressioni. Santarossa, per esempio. sta con Della Mattia, ed è un'altra notizia che porta con sè un rilievo politico importante.
"a mio avviso - spiega il radicale - sarebbe più logica e funzionale una fusione con Cordenons, città più vicina a noi per quanto riguarda i servizi. L'esenzione dal patto di stabilità - prosegue - è un punto a favore della fusione, molto più che dell'unione".
Parallelamente, però, c'è un'opposizione che mantiene la linea contraria al sindaco e forma già l'embrione di quel fronte del "no" che si andrebbe a costituire. A rappresentarlo è Giuseppe Bressa, consigliere di "Salviamo San Quirino insieme". «In questa fase - è il suo pensiero - la fusione non dovrebbe nemmeno essere presa in considerazione. La trovo un'iniziativa che arriva fuori tempo massimo, semmai avrebbero dovuto pensarci prima». Al primo posto, secondo Bressa, c'è il percorso che porta all'unione intercomunale con Pordenone e le altre realtà dell'hinterland. «Non abbiamo alternative - taglia corto - e dobbiamo preoccuparci di quello che accadrà a breve. La fusione è un processo lungo, che passa da un referendum e da un percorso faticoso. Casomai ci si potrà pensare dopo, ora concentriamoci sull'unione logica con Pordenone».
© riproduzione riservata

Autore: 
(m.a.)
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva