You are here

SAN QUIRINO «Biogas, il sindaco mostri i dati»

Data: 
Sabato, 14 November, 2015
Testo: 

Il consigliere Santarossa torna a chiedere trasparenza

SAN QUIRINO - (m.a.) «Dati non disponibili, il sindaco li diffonda». Stefano Santarossa, esponente radicale sanquirinese, torna sull'impianto a Biogas di San Foca, e chiede a gran voce la pubblicazione dei risultati concernenti le analisi dei fumi dello stabilimento effettuate dall'Arpa dell'Emilia Romagna. Si trattava, va ricordato, di una richiesta espressa a suo tempo dallo stesso consigliere. Ma c'è di più. Santarossa, infatti, si spinge oltre: «Adoggi non sono disponibili i dati - prosegue - e la mia interpretazione è che probabilmente vi siano sforamenti sui limiti». Si parla ancora di emissioni, quindi, e di un caso che Santarossa vuole elevare a importanza nazionale: «Quello di San Foca - spiega - mi interessa che diventi un precedente in grado di portare a ridiscutere tutti gli impianti installati in Italia. Mi sto impegnando per far diventare quello contro l'"affaire biogas" un caso nazionale, promosso dai radicali, visto che nessun altro se ne occupa. Anche il Movimento 5 Stelle a livello regionale si è distinto per una totale indifferenza».
Ma il consigliere radicale, a valle del consiglio comunale di mercoledì, è tornato anche sul caso del Centro di catalogazione dei Magredi, posticipato al 2016 dall'amministrazione: «Oggi, prima di assumere l'onore di gestire l’opera, va fatta chiarezza sul suo stato, per capire se ci sono i fondi necessari per terminarla. Con amarezza constato che le forti critiche che avevo manifestato sul piano dell'opera avevano fondamento. La responsabilità dell'attuale situazione è tutta del sindaco, che ha voluto portare avanti quella che resterà una cattedrale nel deserto, uno scheletro in cemento armato che deturperà per anni l'area del parco di villa Cattaneo».
© riproduzione riservata

Autore: 
(m.a.)
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva