You are here

san quirino - Biogas, comitato “zittito” in consiglio

Data: 
Mercoledì, 12 June, 2013
Testo: 

SAN QUIRINO In consiglio comunale si discute del «caso centrale a biogas alla luce dei recenti avvenimenti di contaminazione da Pcb nella centrale gemella di Limena (Padova)». Una seduta che i consiglieri di opposizione Stefano Santarossa, Davide Galassi, Daniele Querinuzzi e Giuseppe Bressa chiedevano fosse sospesa per dare la parola ai rappresentanti del comitato per la Salvaguardia di San Foca, che si batte contro la centrale di via Partidor, ma che sindaco Corrado Della Mattia e maggioranza non hanno ritenuto di aprire al pubblico. «Sono sempre stato disponibile con i cittadini – ha detto Della Mattia –, ma per rispetto verso il consiglio non posso far intervenire un comitato che non è ufficialmente istituito». Quanto basta per sollevare proteste: «L’autorità di un sindaco può superare le regole della buona educazione e i diritti di cittadini che educatamente e pacificamente chiedono di esprimere le proprie motivazioni – replica il comitato –, che tra l’altro sono frutto di ricerca e convalidate da pareri esperti e autorevoli, ironizzando, interrompendo contrastando con frasi non pertinenti esposti che hanno fondamento e sostanza e per tali ragioni bisogna confondere, cancellare, annullare. Siamo fermi nel portare avanti gli argomenti di un comitato regolarmente costituito e che il sindaco non riconosce, si rifiuta di ascoltare approfittando di un’autorità arbitraria che è ben lungi dall’essere autorevolezza». Ma per Della Mattia la questione sta in altri termini. «Alle domande del consigliere Santarossa – precisa – ho risposto puntualmente dicendo che no, i camion che arrivano a San Foca non provengono da Padova come verificato dai nostri vigili e che su richiesta del Comune sono stati fatti i controlli dell’Ass e che tutto è a posto. E’ tempo che si capisca che i Comuni non possono nulla di fronte a una legge regionale che consente ai privati, in assenza di un piano regionale, di avviare queste attività ovunque e con il nulla osta della conferenza dei servizi».©RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore: 
(m.bi.)
Fonte: 
Messaggero Veneto - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva