You are here

SAN QUIRINO Consiglio, torna la polemica sul biogas

Testo: 

SAN QUIRINO Il consuntivo 2012, il regolamento e il piano finanziario della Tares (tributo sui rifiuti), la determinazione delle aliquote e delle detrazioni dell’Imu per l’anno in corso, più la situazione della centrale di biogas di San Foca, argomento questo richiesto dai consiglieri di minoranza Stefano Santarossa, Davide Galassi, Daniele Querinuzzi e Giuseppe Bressa. Questi i punti all’ordine del giorno, domani alle 19.30 in villa Cattaneo, del consiglio comunale di San Quirino. In particolare l’ultimo riporta alla ribalta, in seno all’assemblea, un tema che sta a cuore anche al comitato per la Salvaguardia di San Foca, il quale da mesi si batte contro l’impianto avviato da gennaio in via Partidor. Da parte sua l’amministrazione si è sempre detta vigile, ma al tempo stesso certa che la conferenza dei servizi che a suo tempo aveva dato l’autorizzazione alla realizzazione dell’impianto avesse fatto le cose per bene e a garanzia della salute pubblica. Non così la pensano i firmatari della richiesta e così se ne ridiscuterà in consiglio. La necessità è emersa a seguito della notizia che il sindaco di Limena (Padova), il 28 marzo ha imposto con un’ordinanza alla società Agricola Tosetto la messa in sicurezza di emergenza del locale impianto di produzione di energia elettrica con l’utilizzo di fonti rinnovabili (refluii zootecnici e biomasse). «Si tratta di una ditta collegata alla Sito Energy – aveva denunciato sulla stampa Santarossa – che gestisce l’impianto in funzione a San Foca». A Limena l’Arpav di Padova (organo di controllo corrispondente dell’Arpa Fvg) avevano evidenziato la contaminazione da polclorobifenili (Pcb) nel digestato. La ditta si era difesa imputando tutto a un boicottaggio».(mi.bi.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Data: 
Domenica, 9 June, 2013
Autore: 
mi.bi.
Fonte: 
Messaggero Veneto - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva