You are here

VOTARE = ESPRIMERE = ACCETTARE le reciproche OPINIONI = LIBERTA' PROPRIA ed ALTRUI

Testo: 

Il non voto rappresenta una furbesca maniera di negare legittimità alle opinioni degli altri ( ben sapendo di evitare il confronto) dimenticando che un giorno "gli altri" potrebbero essere loro.
Seguire queste indicazioni significa affossare l'unico strumento per conoscere la volontà dei cittadini su singoli argomenti. Quindi, innanzitutto, il mio messaggio è ? "ANDIAMO A VOTARE" per sottolineare con forza la dignità delle opinioni, qualunque esse siano: SI'? NO? SCHEDA BIANCA.
Personalmente esprimerò 4 SI'!
I molti sostenitori dell'astensione affermano che gli argomenti referendari sono di difficile comprensione ai più; anch'io li ritengo concetti difficili, duri, ma per ben altre motivazioni.
Sono temi che gli individui si trovano ad affrontare da quando c'è la vita, indipendentemente da quozienti intellettivi e doti acrobatiche del pensiero. Abbiamo già delegato molto alla politica ottenendo non poche delusioni.
Io non sono disposto a delegare anche la "SPERANZA", denominatore comune dei 4 quesiti.
La speranza di guarigione di una persona, la speranza di avere un figlio per quelle donne che naturalmente non possono, non deve essere seconda a quella di chi "persona" non è.
Se la via possibile per mantenere viva la speranza implica riflessioni etiche, morali e personali dolorose sono pronto ad assumere le mie responsabilità ed accettare il dolore delle decisioni.
Alla politica deve rimanere la costruzione di provvedimenti destinati ad evitare le aberrazioni e gli abusi, nel costante confronto con la scienza e gli esperti laici di morale ed etica.

Autore: 
FRANCESCO DE GRANDIS
Condividi/salva