You are here

Il Presidente Lorenzo Lorenzon insieme a Verdichizzi di Forza Italia

Taxonomy upgrade extras: 

Commenti

«Spesso abbiamo stampato la parola Democrazia. Eppure non mi stancherò di ripetere che è una parola il cui senso reale è ancora dormiente, non è ancora stato risvegliato, nonostante la risonanza delle molte furiose tempeste da cui sono provenute le sue sillabe, da penne o lingue. È una grande parola, la cui storia, suppongo, non è ancora stata scritta, perché quella storia deve ancora essere messa in atto.»

(Walt Whitman, Prospettive democratiche)
Detto questo i RI e questa Associazione, quando, una buona volta, anche dentro loro stessi, inizieranno a praticarla? Troppo difficile?
Daniele

Se tutti agissero come Daniele Z. questo sito sarebbe inguardabile. Non è accettabile che su ogni articolo promosso in prima pagina DAniele intervenga ripetendo lo stesso concetto e tema, che nulla hanno a che fare con l'articolo o foto pubblicata.
Il confronto, con regole democratiche, parte anche dall'utilizzo dagli strumenti per esporre posizioni anche opposte rispetto agli altri.
Invito Daniele pertanto ad intervenire nello spazio forum o a partecipare alle prossime riunioni.

1) Per me, iniziativa referendaria e democrazia, anzi regole democratiche tema, questo, molto radicale, hanno molte cose in comune sempre che tu non intenda, invece, questa cosa, solo come uno strumento di visibilità e allora permettimi ancora di più di dichiararmi deluso da tutto questo.
2) Io vedo tanti blog, sistema di comunicazione che pratico da diversi anni, anche politici, che sono tutt'altro che inguardabili o inscrivibili, anzi, semmai sono un eccellente palestra di Democrazia, pratica, questa, di cui noi, o voi, siamo molto carenti.
3) Ho capito, tu mi "inviti" a non commentare più i pezzi che mettete su questo spazio, e mi vuoi confinare, perchè di questo si tratta, in uno spazio angusto per pochi intimi bene, ottimo, allora vuol proprio dire che questa mia battaglia ha colto nel segno, ottimo.
Poi, riguardo alla mia partecipazione futura ad eventuali vostre Riunioni io mi riserverò di farlo se vedrò, da parte vostra, dei segnali di apertura democratica che continuo a non vedere, della serie "Che ci sto a fare in una Riunione dove chi ha un idea diversa viene trattato alla stregua di un emarginato?", sito web docet.
Daniele

Questo sito non è un blog o semplicemente un forum, ma vuole fornire informazioni sulle attività della nostra associazione.
Ho semplicemente messo in rilievo che gli ultimi tuoi interventi monotematici non avevano nulla a che spartire con l'iniziativa raccolta firme sul referendum.
Se, come sembra, sei d'accordo con l'iniziativa referendaria, perchè non ti unisci a noi nella raccolta? Altrimenti le tue rimangono solo "opinioni" ma a cui non segue alcuna azione politica.

Ciao,
Stefano.

Ottimo, allora, visto che la pensi così perchè, alla prossima Riunione non proponi di togliere una volta per tutte la sezione forum dal sito levando pure a qualsiasi persona, iscritta o no, la possibilità di commentare le notizie che pubblicate trasformando questo sito solo ed esclusivamente in un luogo di notizie gestite direttamente dalla Direzione dell'Associazione? Così, in questa maniera, si risolve questo problema in un modo assolutamente e totalmente, "radicale".
Poi, riguardo i miei interventi "monotematici", ti ribadisco che essendo, almeno per me, il referendum uno degli strumenti migliori di democrazia possibile, per me, il parlare di quest'ultimo tema è perfettamente inerente al tema proposto dall'articolo in questione sempre che tu non consideri referendum e democrazia due cose perfettamente distinte ma allora questo, scusami, è ben altro discorso che potrebbe portare a sviluppare tantissime altre tematiche .
Riguardo, poi, all'unirmi a voi o no, a parte le problematiche familiari che ho in questo periodo comunque abbastanza risolvibili, io prima voglio capire chiaramente se dentro di noi c'è la necessaria democrazia interna che, se definitivamente accertata, potrebbe sicuramente portare alla mia partecipazione diretta a molte delle vostre iniziative che, detto tra noi, per molti versi condivido e questo, credo, tu lo sappia non da ieri.
PS. In ogni caso continuo a non comprendere tutta questa avversità inerente al mondo dei blog che pur avendo moltissimi difetti, lo ammetto, è una palestra di democrazia che un partito telematico come il nostro non può di certo continuare ad ignorare come se nulla fosse.
Daniele