You are here

Sarà governo del premier, più concentrato sui dossier

Testo: 

8 mag (Velino) - Molti commentatori, nelle analisi di queste ore, sottolineano alcune caratteristiche della compagine costruita da Silvio Berlusconi: spesso, si fa notare, i ministri - anche i più giovani - hanno già avuto lunga consuetudine con il premier e sono parte dell’inner circle berlusconiano.

Qualche osservatore malevolo lo sottolinea con diffidenza; ma invece, il che mi pare un fatto nuovo e positivo per la stampa italiana, larga parte degli editorialisti e dei notisti politici vedono in questo una apprezzabile premessa di compattezza.

Sarà davvero il governo del premier, si dice: ed è un bene che sia così.

A maggior ragione per un altro motivo, a mio avviso: poiché buona parte dei nuovi ministri (diversamente da tante, troppe altre esperienze governative italiane, fino all’ultima del governo Prodi) non avranno l’esigenza di marcare una specificità di bandiera, di fazione o di partitino, potranno dedicarsi integralmente ai dossier, alle cose concrete.

Sarebbe assai importante se, da subito, si desse al Paese il senso di questa novità: con tanti ministri che non passano il loro tempo a coltivare l’orticello del proprio micropartito (cioè a polemizzare con le altre microentità più vicine), ma a lavorare e a dare conto delle materie loro affidate.

È noto che Il Velino ha salutato con speranza e attenzione questa nuova fase politica, e il successo pieno conquistato sul campo da Berlusconi. Fervidi auguri di buon lavoro, dunque.

Data: 
Giovedì, 8 May, 2008
Autore: 
DANIELE CAPEZZONE
Fonte: 
IL VELINO
Stampa e regime: 
Condividi/salva