You are here

Puiatti: «Integralisti cattolici ora basta»

Testo: 

(ldf) Il consigliere regionale dei Verdi, Mario Puiatti, interviene duramente del dibattito sulla pillola del giorno dopo. E il suo primo bersaglio è il professor Carlo Scarabelli, medico al Cro di Aviano. «Il professor Scarabelli - spiega Puiatti - è un bravo chirurgo, ma non può condire la scienza con le proprie convinzioni etiche e religiose. Esattamente come fanno i talebani».
«Quando Scarabelli afferma che per lui "risulta chiaro che lo zigote, cioè l'embrione, debba essere considerato persona umana", esprime una sua convinzione religiosa, ma che non ha nulla di scientifico e non può essere spacciata come tale. Partendo dalla sua convinzione cattolica, secondo cui l'ovulo fecondato è un persona - va avanti Puiatti - spiega anche che la pillola del giorno dopo è un abortivo. Il professor Scarabelli sa che nessuno conosce esattamente il meccanismo di funzionamento della pillola del giorno dopo, ma sa anche che se una donna è incinta la gravidanza non viene interrotta nemmeno da 10 scatore di pillole di quel genere».
Il consigliere Verde sposta poi il tito sulla Croce Rossa che ha organizzato una serie di incontri. «Mi corre anche l'obbligo - spiega - di far rilevare alla Croce Rossa che un progetto di educazione sanitaria non dovrebbe trasformarsi in una manifestazione collaterale degli integralisti cattolici. Su cinque conferenze infatti, due affrontano problemi bioetici ed in ambedue i relatori sono ipercattolici: più che educazione, sarebbe il caso di parlare di indottrinamento».

Data: 
Martedì, 27 November, 2001
Autore: 
Fonte: 
GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva