You are here

L’appello. Reazione dei Radicali dopo le minacce allo studente gay: il sindaco intervenga subito.

Data: 
Lunedì, 7 September, 2009
Testo: 

L’appello è affinchè il sindaco Honsell e tutti gli amministratori ai vari livelli si mobilitino al più presto. L’episodio a cui si fa riferimento è quello raccontato ieri dal Messaggero Veneto della tentata aggressione ai danni di un giovane universitario omosessuale udinese.
«Dopo quanto avvenuto giovedì scorso vicino all'Università non si può più chiudere gli occhi - sottolineano Stefano Santarossa, presidente di Radicali Friulani e Gianfranco Leonarduzzi, dei Riformatori aderente al Pdl -. Il fatto che nel giro di pochi giorni si moltiplichino in Italia gravi episodi di intolleranza ed aggressione e in altri casi di atti violenti (vedi l’episodio della violenza nella scorsa primavera a Pordenone) dovrebbe porre seri interrogativi a chi finora ha volutamente ignorato il grave fenomeno dell’omofobia».
Se da una parte serve che il Governo dia rassicurazioni urgenti con una pronta risposta da parte delle autorità di Governo nazionale, anche a livello locale, secondo i due esponenti, servono delle risposte. «Per questo - affermano Santarossa e Leonarduzzi -. Ci rivolgiamo al sindaco Honsell e agli amministratori di destra e sinistra, solitamente poco disponibili a schierarsi su questi temi, a prendere posizione per organizzare a Udine appuntamenti culturali che aiutino ad affermare nuovi diritti e a condannare la violenza contro gli omosessuali. Ormai infatti tale violenza ha travalicato quella verbale e ideologica per trasferirsi nelle piazze e sulle strade».
I due esponenti chiedono che vengano promosse campagne contro le discriminazioni impegnando le amministrazioni locali contro ogni forma di pregiudizio omofobico. «E dopo questo episodio - conludono Santarossa e Leonarduzzi - Udine deve essere in prima linea».

Autore: 
_
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO _ Udine
Stampa e regime: 
Condividi/salva