You are here

Don Padovese: «Rispetto sì, ma provocazioni no»

Testo: 

No alle discriminazioni, ma anche alle provocazioni che rischiano di provocare l’effetto contrario. Don Luciano Padovese, direttore della casa dello studente, sottolinea la necessità di «vivere la diversità con discrezione». Il sacerdote premette che «ho estremo rispetto per le persone e ho convinzioni che corrispondono a una visione della vita, ma non tolgo il rispetto a chi non ha la mia visione o vive situazioni particolari. Credo che tutte le diversità vadano rispettate, senza discriminazioni. Ciò premesso, però, mi chiedo come si possa acquisire rispetto attraverso provocazioni. Certe provocazioni rischiano di essere esagerate. Ho visto manifestazioni internazionali come il “gay pride” e francamente non le capisco. Anche la diversità merita di essere vissuta con discrezione».

Data: 
Giovedì, 13 May, 2010
Autore: 
(m.m.)
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva