You are here

L’APPELLO DEI CITTADINI A SMART CITY «Maggiore trasparenza attraverso i nuovi media»

Testo: 

Quinto e ultimo appuntamento ieri a Palazzo Badini per Pordenone più facile, il percorso di democrazia partecipata voluto dall’amministrazione comunale per raccogliere proposte e temi che stanno a cuore alla cittadinanza e farli confluire nel piano regolatore. L’incontro, dedicato al tema della trasparenza, ha concluso il ciclo di laboratori Smart city e ha visto la partecipazione dei ragazzi della 5ª E dell’Istituto tecnico per geometri “Sandro Pertini”, che hanno apportato un contributo interessante ai quattro gruppi di lavoro (flussi di dati in tempo reale, informazione iperlocale, governo aperto, confini e regole). Molte le proposte concrete: oltre al sito del Comune e ai pannelli che, lungo le vie della città, segnalano il numero di parcheggi disponibili, occorrerebbe potenziare gli strumenti di comunicazione diretta dell’amministrazione, utilizzando, ad esempio, i social network o sviluppando app che diano informazioni immediate sulla qualità dell’aria e dell’acqua. Avanzate le proposte di creare un palazzo smart, dove i cittadini possano partecipare attivamente ai processi decisionali, di trasmettere in streaming le sedute del Consiglio comunale e di implementare la connessione wi-fi in tutta la città. È emersa infine la necessità di una comunicazione chiara e accessibile alle diverse fasce sociali della popolazione e la consapevolezza che la trasparenza implica co-responsabilità, rendicontazione e feedback continuo fra amministrazione e cittadinanza, quindi partecipazione. Il professor Stefano Santarossa ha espresso infine il bisogno di coinvolgere maggiormente i giovani, invitando a presentare il piano regolatore agli studenti delle scuole della provincia.
Anna Pitton ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Data: 
Domenica, 25 November, 2012
Autore: 
Anna Pitton
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva