You are here

MANZANO:TONDO CAPITOMBOLA SU EMMA BONINO

Testo: 

Passaggio non richiesto, inutile, spregiudicato e carognesco. Se Tondo ieri sera, voleva compiere una scorribanda sul terreno della politica nazionale, poteva attingere alla ricca dispensa senese, quella della Fondazione MPS. Non occorreva scomodare l'esponente del partito che ha fatto esplodere il caso lazio. Si ricordi Renzo, di due consiglieri due. Rossodivita e Rocco BERARDO.
La scoppiettante convention, avrebbe ottenuto miglior successo. Invece, il passaggio sul "PARACADUTE" della Bonino alle elezioni regionali laziali, è scortese, politicamente misero, apre un varco, una voragine fastidiosa e insidiosa fra le Alpi giulie e la laguna di Marano.
A Tondo sfugge il particolare delle figure apicali della pubblica amministrazione del FVG che allegramente si candidano alla giuda di comuni, provincie, regioni, malgrado la posizione. A Tondo sfugge che a costoro, le RSU corrono di fronte al Prefetto (...PREFETTO...), a difendere il loro compenso e, qualora risultassero eletti, come ce ne sono..., si oopongono alla riduzione del compenso da 150 mila euri/anno. Caro Renzo, di casi del genere la nostra regione è ricca di esempi, anche nel centrro destra. La figura apicale che non rischia nulla ma che si candida a sindaco, consigliere regionale o provinciale, se perde, finisce in mezzo alla strada, o torna dietro la comoda scrivania?

Data: 
Venerdì, 27 January, 2012
Autore: 
Gianfranco Leonarduzzi
Fonte: 
www.leonarduzzi.eu
Stampa e regime: 
Condividi/salva