You are here

SAN QUIRINO Impianto a biogas, il Pd chiede lumi ai vigili del fuoco

Testo: 

SAN QUIRINO Questione biogas a San Foca ancora al centro del dibattito. L’argomento è stato sollevato dal consigliere comunale Stefano Santarossa, ospite di Telepordenone, nonchè del consigliere regionale del Pd, Paolo Pupulin, che ha voluto vederci chiaro sulla situazione inviando al comando provinciale dei Vigili del fuoco di Pordenone una richiesta di informazioni sull’impianto. Nello specifico, il consigliere ha chiesto ai Vigili del fuoco di verificare la correttezza di alcune segnalazioni sollevate dalla popolazione, in particolare il mancato rispetto della prescrizione rilasciata dal comando che prevede che «l’area dell’impianto dovrà essere delimitata tutto intorno da recinzione continua avente altezza in ogni suo punto, compresi i cancelli di ingresso, non inferiore a 2,50 metri e posta ad una distanza minima di 4 metri da fermentatori, post fermentatori e vasca di stoccaggio con funzione di accumulatore pressostatico di biogas». E ancora, di verificare se sia stata correttamente eseguita un’altra disposizione, ovvero «a ultimazione dei lavori e prima dell’esercizio dell’attività dovrà essere presentata segnalazione certificata di inizio attività, corredata dell’osservazione da parte di tecnico abilitato che attesti la conformità dell’opera alla regola tecnica e della documentazione». Santarossa, da par suo, davanti alle telecamere di Tpn ha sottolineato che «si ritiene che tutte le procedure che hanno portato alla partenza dell’impianto siano state frettolose, con violazioni di tempi, pareri e altro e i cittadini sono preoccupati per la presenza dell’impianto». Il presidente dei Radicali friulani, nonché consigliere sanquirinese, ha concluso sostenendo che «l’impianto rappresenta per il comune un neo e un pericolo per la salute».
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Data: 
Martedì, 12 February, 2013
Autore: 
(l.v.)
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva